Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2015

Ragazzo di Manhattan di Katherine Brush

Anni 20. New York. Due giovani giornalisti innamorati e gli anni del grande giornalismo, che ricorda un po' quello raccontato nel film con un giovanissimo Cary Grant e Rosalind Russell, La signora del Venerdì. Questi sono gli ingredienti base del romanzo Ragazzo di Manhattan di Katherine Brush. Un romanzo che ha quasi un secolo ma ancora colpisce per la sua attualità. Negli anni del jazz e dei vestiti di satin, negli anni del charleston e dei locali alla moda si ambienta la storia d'amore tra Anna, brillante giornalista di costume e Toby, corrispondete sportivo. Si vedono si innamorano e si sposano, come nelle commedie degli anni 40. Ma la vita matrimoniale e le reciproche gelosie metteranno a dura prova il loro rapporto.

Un romanzo esilarante, ben costruito e così dannatamente delizioso da farti venir voglia di continuare all'infinito. Americanissimo nel descrivere New York in quelli che forse sono stati i suoi anni migliori, Ragazzo di Manhattan racconta sopratutto e prim…

Una spola di filo blu di Anne Tyler

Uno degli incipit più famosi della letteratura racconta la classificazione che comunemente si fa tra famiglie felici e famiglie infelici. Ma chi può davvero dire con certezza se queste due categorie esistono o sono semplicemente una banale abitudine con cui il mondo giudica ciò che vede. Tutte le famiglie felici apprentemente sono circondate da quell'aurea di perfezione e complicità che ti porta a guardarle quasi con un misto di invidia e ammirazione. Due genitori affiatati, figli perfetti, normalmente muniti di bell'aspetto e di buone speranze con un ottimo stato sociale sono le caratteristiche fondamentali della più comunune identificazione di famiglia perfetta. Ma questa resta appunto solo una banale impressione che per qualche motivo nella mente della gente si trasforma in una convinzione assoluta circa gli ingredienti della felicità familiare.
I protagonisti di questo libro appartengono proprio a una famiglia come questa. Una Famiglia Perfetta. Almeno apparenemente. Come s…